Liber Notitie Sanctorum Mediolani: un manoscritto da valorizzare

Carlo Enrico Confalonieri

Università degli Studi di Milano

Liber Notitie Sanctorum Mediolani: un manoscritto da valorizzare

27 gennaio 2020

ABSTRACT

Il Liber Notitie Sanctorum Mediolani è un leggendario abbreviato del XIII secolo conservato in codice unico. Il manoscritto è custodito presso la Biblioteca del Capitolo Metropolitano di Milano ed è stato vergato nel primo quarto del XIV secolo. La raccolta agiografica è attribuita al presbitero Goffredo da Bussero, vissuto nel XIII secolo e citato da Bonvesin de la Riva e Galvano Fiamma.

L’opera possiede una struttura unica: il materiale agiografico, disposto in ordine alfabetico, è introdotto da un minuzioso elenco delle chiese, degli altari e delle feste dedicati al santo nella diocesi ambrosiana del XIII secolo. L’attenzione degli studiosi ha da sempre evidenziato la preziosità del materiale topografico, che permette di ricostruire l’organizzazione pievana lombarda con una precisione archeologica sorprendente. Recentemente, ulteriori studi hanno permesso di scoprire anche l’eccezionale valore del materiale agiografico.

La prima parte dell’intervento presenterà il Liber Notitie nei suoi aspetti principali, quali le caratteristiche del manoscritto, la struttura dell’opera e il metodo compilativo dell’autore. Nella seconda parte verrà mostrato il valore testuale rivestito dal Liber, in particolare attraverso l’analisi di sezioni agiografiche e innologiche non altrimenti attestate, oppure conservate solo in testimoni tardi.  In conclusione, verranno esaminati segmenti testuali che offrono una viva testimonianza del contesto cultuale ambrosiano e della fruizione letteraria del pubblico agiografico del XIII secolo.

Immagine: Milano, Biblioteca e Archivio del Capitolo Metropolitano di Milano, II-E-02-008, Incipit del prologo del Liber Notitie Sanctorum Mediolani