Storie di libri a Milano nel Rinascimento: la biblioteca Trivulzio

Marzia Pontone

Soprintendenza archivistica e bibliografica della Lombardia

Storie di libri a Milano nel Rinascimento: la biblioteca Trivulzio

27 gennaio 2020

ABSTRACT

La biblioteca Trivulzio – un tempo appartenuta integralmente alla nobile famiglia milanese di cui reca memoria nel nome, oggi suddivisa in gran parte tra più istituti di conservazione pubblici e privati della città – racconta, attraverso alcuni esemplari manoscritti particolarmente significativi, storie di committenza e produzione libraria della Milano rinascimentale tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento. Protagonisti di queste storie sono i libri commissionati e prodotti per la corte sforzesca ai tempi di Ludovico il Moro, e poi ancora durante i primi anni del governo francese, quando Gian Giacomo Trivulzio il Magno resse le sorti del capoluogo lombardo per conto di Luigi XII prima, e Francesco I poi. Si delinea un orizzonte di anni in cui i libri furono al servizio delle politiche culturali dei signori di Milano, come hanno concorso a precisare i progetti di censimento condotti in questi ultimi anni nelle attuali sedi di conservazione cittadine delle raccolte librarie Trivulzio, a valle di un collezionismo famigliare che ha saputo attraversare i secoli e arrivare fino a noi.

Immagine: Manoscritto Trivulziano 2099, f. 2r